Formazione e informazione

L’osteosarcoma è un tumore che colpisce soprattutto i bambini, arriva all’improvviso, non è una patologia secondaria ad altre, arriva di notte con dolori acuti, un dolore urente che non passa con i comuni analgesici.

Sentendo dolore il bambino tende a non dire nulla ai genitori, tende a difendere loro per primi e non farli preoccupare; ha paura di non poter più fare le stesse cose che faceva prima, non poter più giocare con i propri coetanei e di essere isolato dagli stessi. Si accorge di un livido che non passa, ma spesso i bambini, giocando, sono soggetti a lividi e dunque non ci fa caso.

E’ solo quando il dolore diventa troppo acuto che si rivolge ai genitori, i quali, non sapendo verso chi indirizzarsi, allungano inconsapevolmente il tempo della diagnosi affidandosi a medici di base e pediatri non ancora sufficientemente informati e aggiornati.

Per questo AISOS organizza seminari di aggiornamento e corsi per medici, specialisti e personale sanitario, cosicché il tempo della diagnosi si accorci sempre più e gli stessi possano riconoscere velocemente e immediatamente la malattia.

Il tempo è un elemento fondamentale quando si parla di osteosarcoma. Un ritardo nella diagnosi, anche di soli 20 giorni, può avere ripercussioni importanti sul paziente.

Grazie all’informazione e alla formazione questo può essere evitato.